Per l’Ance nel 2014 un calo del 2,5%

L’8 luglio scorso, presso la sede dell’Associazione nazionale costruttori edili, è stato presentato l’Osservatorio congiunturale del settore per il 2014. Dai dati è emerso un calo degli investimenti in costruzioni di 58 miliardi in 7 anni. Negli ultimi 20 anni si è registrata inoltre una riduzione di investimento per le infrastrutture di 2 euro su 3. Queste condizioni si riflettono direttamente sul comparto del calcestruzzo preconfezionato, fra i primi attori della filiera delle costruzioni ad intervenire nel processo edilizio. 
L’unico comparto che sembra migliorare è quello degli interventi per la riqualificazione del patrimonio abitativo, con un +20% in sette anni, raggiunto grazie agli incentivi fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico.