I costruttori europei si appellano alla Commissione UE


A lanciare un nuovo grido d'allarme stavolta è la Fiec, la Federazione europea dei costruttori, che chiede tre misure urgenti per contrastare l'impatto negativo dell'epidemia da Covid-19 sull'industria delle costruzioni. È necessaria un'azione immediata da parte della Commissione UE per garantire che il Covid-19 sia considerato causa di forza maggiore, per eliminare le sanzioni per le imprese che devono sospendere i lavori e per aumentare i fondi Ue a copertura dei maggiori costi dei progetti europei.