Rapporto Cresme: 2016 l’anno della ripartenza

“Ci sono ormai molti segnali che stiamo entrando nel settimo ciclo edilizio. Per le opere pubbliche, finalmente si muovono i programmi di piccole opere come quello sull’edilizia scolastica mentre si mettono in moto anche grandi opere pronte da tempo”. Queste le parole di Lorenzo Bellicini (direttore del Cresme) a sostegno dei segnali di uscita dalla recessione, gia’ registrati nella prima meta’ del 2015. L’andamento positivo di una serie importante di indicatori macroeconomici, dall’occupazione alla spesa delle famiglie al fatturato dell’industria, sta rafforzando le stime della ripresa che, secondo il Cresme, avviera’ il prossimo ciclo edilizio dell’Italia, ma che al momento riguardano prevalentemente il recupero e la riqualificazione piuttosto che le nuove costruzioni.