Costruzioni e calcestruzzo, quale futuro?

«La difficoltà delle analisi contemporanee sta nell’altalena tra la progressione di numeri negativi e l’idea che però i numeri del passato non possano più essere il termometro degli andamenti produttivi odierni», questo lo spunto d’apertura della terza giornata di Made in concrete. La presentazione del Rapporto Atecap 2015 ha dato l’avvio ad una serie di riflessioni, anche sulla filiera del cemento e del calcestruzzo armato e sull’interno comparto delle costruzioni, che hanno portato ad una conclusione unanime: è necessaria una forte spinta al cambiamento.